IL LINGUAGGIO MULTI-CODICO DELLA MENTE. UN’INDAGINE SULLE PRASSI DIDATTICHE DEGLI INSEGNANTI

Martina Albanese

Abstract


Nel programmare l’offerta educativa è necessario che l’educatore/insegnante tenga conto delle emergenti evidenze neuroscientifiche che riguardano il linguaggio multi-codico della mente e la peculiarità di ciascuna traiettoria evolutiva. Dopo aver inquadrato le diverse influenze multi-codiche che caratterizzano la formazione delle configurazioni cerebrali (si riportano due esempi: uno legato all’ambito cognitivo e uno legato alla motricità e alla corporeità), si sottolinea la conseguente peculiarità di ciascuno studente o persona in formazione.

Nella seconda parte dell’elaborato si espone un’indagine condotta con 440 insegnanti della scuola del primo e del secondo ciclo durante il secondo semestre dell’A.S. 2020/2021. L’indagine è stata condotta tramite la somministrazione del “Questionario per la rilevazione delle prassi neuro-didattiche” e ha lo scopo di misurare il livello di conoscenza e di utilizzo dei principi neuro-educativi e neuro-didattici nella prassi didattica degli insegnanti. Rispetto le cinque aree indagate (trasversale, cognitiva, socioaffettiva, linguistica e prassico-motoria) vengono discussi i risultati maggiormente significativi che riguardano la programmazione delle attività e del materiale didattico tenendo in considerazione alcuni principi neuro-educativi riguardanti il funzionamento multi-codico del cervello.


Parole chiave


neuroeducazione; cervello; prassi didattiche; multi-codicità; unicità.

Full Text

PDF

Riferimenti bibliografici


Bolognini, N. & Vallar, G. (2015). Stimolare il cervello. Manuale di stimolazione cerebrale non invasiva, Bologna: Il Mulino.

Chang, Y. (2014). Reorganization and plastic changes of the human brain associated with skill learning and expertise. «Frontiers in human neuroscience», 8, 35.

Cozolino, L. (2013). The Social Neuroscience of Education: Optimizing Attachment and Learning in the Classroom (The Norton Series on the Social Neuroscience of Education). WW Norton & Company.

Gibson, J.J. (2014). The ecological approach to visual perception: classic edition. Psychology Press.

Guillén, J. C. (2021). Neuroeducazione in classe. Dalla teoria alla pratica, Roma: Il Bruco farfalla.

Haier, R. J., Siegel, B., Tang, C., Abel, L., & Buchsbaum, M. S. (1992). Intelligence and changes in regional cerebral glucose metabolic rate following learning. Intelligence, 16(3-4), pp. 415-426.

Jensen, E.P. (2008). A fresh look at brain-based education, «Phi Delta Kappan», (LXXXIX) 6, p. 408-417.

Kitabatake, Y., Sailor, K.A, Ming, G.L. & Song, H. (2007). Adult neurogenesis and hippocampal memory function: new cells, more plasticity, new memories? «Neurosurgery Clinics», XVIII, 1, pp. 105-113.

Làdavas, E. & Berti, A. (2009). Neuropsicologia, Bologna: Il Mulino.

Mueller, S., Wang, D., Fox, M. D., Yeo, B. T., Sepulcre, J., Sabuncu, M. R., ... & Liu, H. (2013). Individual variability in functional connectivity architecture of the human brain. «Neuron», 77(3), pp. 586-595.

Oliverio, A. (2018). Neuroscienze e educazione, «Research Trends In Humanities Education & Philosophy», 5 (2018), pp. 1-4.

Pereira, A.C., Huddleston, D.E., Brickman, A.M., Sosunov, A.A., Hen, R., McKhann, G.M. & Small, S.A. (2007). An in vivo correlate of exercise-induced neurogenesis in the adult dentate gyrus, «Proceedings of the National Academy of Sciences», 104, 13, pp. 5638-5643.

Regni, R., & Fogassi, L. (2019). Maria Montessori e le neuroscienze. Cervello, mente, educazione. Roma: Fefè Editore.

Rivoltella, P.C. (2012). Neurodidattica. Insegnare al cervello che apprende, Milano: Raffaello Cortina.

Sablonnière, B. (2018). Una nuova geografia del cervello: Funzioni e risorse di un organo sorprendente, Bari: Edizioni Dedalo.

Shors, T. J., Anderson, M. L., Curlik Ii, D. M., & Nokia, M. S. (2012). Use it or lose it: how neurogenesis keeps the brain fit for learning. Behavioural brain research, 227(2), pp. 450-458.

Tomlinson, C. A., & Murphy, M. (2015). Leading for differentiation: Growing teachers who grow kids. ASCD.

Van Praag, H., Christie, B.R., Sejnowski, T.J. & Gage, F.H. (1999). Running enhances neurogenesis, learning, and long-term potentiation in mice, «Proceedings of the National Academy of Sciences», 96, 23, pp. 13427-13431.




DOI: https://doi.org/10.32043/gsd.v5i3.413

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


Copyright (c) 2021 Giornale Italiano di Educazione alla Salute, Sport e Didattica Inclusiva

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.