DSA e Università: Sostegno, Esperienze ed Interventi

Vittoria Molisso, Luisa Bonfiglio

Abstract


In ambito educativo, non è possibile riconoscere una linearità nel processo di apprendimento, ma piuttosto, una peculiarità di esigenze e modalità. Queste prerogative possono essere riconosciute nella definizione dei Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA) che si propongono con una propria identità e caratterizzazione. Gli ambiti educativi ed istruttivi hanno il compito di rispettare le necessità e le esigenze di tutti, in modo da permettere a ciascuno di partecipare alla vita sociale, di comunità e di acquisire le competenze in modo più attivo, autonomo e valido possibile. L’approccio alla tematica dei DSA da parte del mondo universitario è un aspetto importante, perché stabilisce l’entrata del soggetto in un mondo fatto di autonomia, indipendenza ed autodeterminazione. L’università, attraverso servizi specifici per i DSA, deve provvedere alle diverse esigenze e a tutte le azioni necessarie per poter garantire l’accoglienza, la mediazione ed il sostegno, attuando una didattica organizzata, monitorata ed efficace. L’esperienza e l’istruzione universitaria rappresentano una possibilità di costruire in maniera del tutto indipendente il proprio futuro, un modo per riscoprire le proprie capacità, di ridefinirle e costruirsi a poco a poco un’immagine di se stessi maggiormente definita ed efficace.


Full Text

PDF


DOI: https://doi.org/10.32043/gsd.v0i1.8

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.